Archivio Autore: Andrea

Adsense

Vantaggi e Svantaggi di Adsense

Il tuo sito genera un buon numero di visite ogni giorno e stai pensando se utilizzare o meno la pubblicità di AdSense su di esso per guadagnare un po’ online.

Beh, questa è una descrizione dei pro e dei contro di questo approccio per la pubblicità su Internet . AdSense ha sicuramente colpito Internet come qualcosa da un altro pianeta e le persone sono molto entusiasta ovunque . Ci sono aspetti negativi di Adsense e le alternative da considerare.

AdSense è generalmente un grande strumento per i webmaster . Considerando che avrebbero usato per preoccuparsi di come raccogliere abbastanza soldi per mantenere i loro siti redditizio, o almeno tenerli on-line quelle preoccupazioni sono andati.

AdSense permette ai webmaster di dimenticare quelle preoccupazioni e concentrarsi sulla creazione di buoni contenuti per i loro siti . In effetti, l’accento è ora sulla creazione di contenuti di qualità ( spesso associato con le parole top- paganti ) che vi porterà molti visitatori .

AdSense può inoltre molto ben integrato con il tuo sito web, è facilmente personalizzabile in termini di colori , dimensioni e la posizione che significa che si può sperimentare con esso in qualsiasi modo tu voglia massimizzare il reddito .

AdSense è un ottimo mezzo per generare un reddito costante sul tuo sito . Tutto quello che dovete fare è creare un po ‘di contenuti di qualità e tenerlo aggiornato costantemente e si può letteralmente vivere il vostro sito web . Un sacco di persone stanno facendo proprio questo al giorno d’oggi con AdSense , così è diventato una sorta di business in sé .

E ‘ anche un ottimo programma perché si può avere lo stesso account pubblicitario in tutte le pagine . Questo è grande per i webmaster , ossia un sacco di contenuti , perché significa che non c’è bisogno di creare inutilmente molti conti.

Ma, come detto , in precedenza, ci sono alcuni aspetti negativi di pubblicità con Adsense ed ecco un piccolo elenco di tali svantaggi .

Chiaramente l’impatto più negativo il programma AdSense può avere su di voi è attraverso Google chiudendo i suoi conti. Il più delle volte questo avviene a causa della cosiddetta ‘ frode click’ , il che significa che qualcuno avrebbe prodotto scatti artificiali sulla tua pagina .

C’è un lato veramente brutto a questo. Esso non deve essere voi fare quei scatti artificiali . Potrebbe benissimo essere la concorrenza facendo questo in modo da bloccarla , o il concorrente di chi è la pubblicità sulla tua pagina , cercando di guidare i loro costi di marketing su.

Il guadagno di AdSense porta si è affatto costante. In realtà, non sono nemmeno vicino a quello . Tutto ciò che fate per il vostro sito potrebbe finire per essere un grande errore costare un sacco di soldi . E ‘quel tipo di pressione che ha un impatto negativo su di voi .

Prima di tutto , è sempre necessario assicurarsi che il sito è sotto i riflettori dei motori di ricerca quando le persone sono alla ricerca di qualsiasi cosa il vostro sito è di circa .

Se non si riesce a fare che non si avrà alcun visitatori , e che , naturalmente, significa che non avrà alcun entrate AdSense . In un certo senso questo è niente di nuovo , come ogni forma di generazione di reddito su Internet con la pubblicità ha un tale inconveniente .

E, infine , un altro grave problema è che si deve costantemente nutrire il vostro sito con una migliore e più contenuti . Ora, naturalmente , alcuni siti sono molto ben orientati verso questo modo , ma con alcuni tipi di contenuti questo è piuttosto difficile da raggiungere . Questo è il motivo per cui spesso i servizi di un copywriter sono impiegati per generare sempre più contenuti .

Durante la scrittura di contenuti originali , la cosa migliore che un proprietario di sito web può fare è la ricerca di un argomento a fondo e poi tornare alla scrittura con un sacco di informazioni che possono nelle loro stesse parole, e mostrare la propria opinione su .

Quindi ci sono i pro ei contro di utilizzare la rete di AdSense per generare profitti attraverso la pubblicità . Ora la scelta o meno di questi lavori per voi è la vostra.

Leggi
Seo Ottimizzazione

Ottimizzazione Tag Title

Il Tag Title è sicuramente il tag più importante nell’ottimizzazione di un sito.
I motori di ricerca danno molto peso a questo tag e per questo motivo dobbiamo stare attenti a come viene usato.

Prima di tutto dobbiamo includere nel Tag Title le parole chiave che abbiamo scelto per il posizionamento del nostro sito.

La lunghezza del Title è anche importante io in genere preferisco evitare l’inserimento di troppe parole 6 o 7 vanno bene volendo possiamo arrivare fino a 10 ma è meglio non esagerare.

Per quel che riguarda l’inserimento del nome della propria società nel titolo la scelta più ovvia è quello di includerlo per il semplice fatto che se la società è popolare potremmo avere una ricerca per nome e quindi sarebbe più facile ottenere visibilità ma anche se non fosse popolare bisogna ricordarsi che il titolo è quello che più risalta nella ricerca e averne il nome all’interno aiuterebbe la costruzione del branding.

Ricordando che il titolo è la parte più evidente nei risultati bisogna fare qualcosa per attirare l’attenzione e farsi cliccare certo se si è nelle prime 3 posizioni di una data keyword questo punto non è molto difficile.. ma molte pagine raccolgono molti clic perchè sono accattivanti magari con l’utilizzo di simboli o di un trattino “-” a separare le parole chiave ogni tecnica è buona l’importante è farsi cliccare

Leggi
Seo Ottimizzazione

Densita’ delle Parole Chiave

Keyword Density (Densità delle parole chiave in un sito) è un fattore di ottimizzazione da tenere presente.

Bisogna creare un sito con bene in mente le parole chiave che per noi sono rilevanti e immeterle nel copy.

Va detto però che la ripetizione eccessiva di una data keyword viene penalizzata.. allora quanto deve essere la densità delle parole chiave in un articolo?

Di sicuro è meglio stare sotto il 10% altrimenti sarà considerato spam, io personalmente ho avuto e ho ottimi risultati con una densità sotto al 5%.

Comunque è da tenere in mente non tanto la densità, che se è al 2 o 3%

Più che la densità quello che ci fa fare un salto di qualità è l’inserimento delle keywords nel headings specialmente nella prima e all’inizio dei paragrafi oltre che nella descrizione e certamente come visto in un altro articolo nel titolo.

Quindi parliamo di concetti come il posizionamento delle keywords, fattore più importante della densità a mio parere per un buon ranking.

Inoltre fattori come il corsivo e il neretto per alcune keywords dovrebbero essere usate ma non abusate.. questo dovrebbe portare dei vantaggi sia al ranking che alla leggibilità del testo.

Leggi
1 2 3 4